WeEatCilento: Torta di fichi cilentani

La colazione cilentana estiva prevede anche leccornie come la buonissima “ Torta di fichi cilentani”. L’ideale è prepararla con i primi fichi di agosto che hanno un sapore più unico che raro. Nel dolce che vi propongo utilizzo la polpa dei fichi sia nell’impasto che per guarnire.

Gli ingredienti adoperati mettono in risalto la dolcezza “delicata” propria del frutto ed il risultato è una torta che regala al palato piacere immenso al punto che è difficile fermarsi alla prima fetta.

La ricetta

Ingredienti: 20 fichi di media grandezza, 400 g di farina 00, 4 uova, 2 bustine di lievito per dolci, 100 ml di olio di semi, 300 g di zucchero semolato, 3 vasetti di yogurt bianco o alla vaniglia, 50 ml di latte.

Preparazione:

Il primo passaggio fondamentale è l’utilizzo di fichi freschissimi appena raccolti. Ne occorrono circa 20. Dopo averli raccolti vanno lavati sotto acqua corrente e sbucciati. La metà di essi sarà utilizzata nell’impasto e quindi tagliata a cubetti. Gli altri serviranno per guarnire, aperti a metà.

In una ciotola versare lo zucchero e le 4 uova e montare tutto insieme.

Aggiungere poi gradualmente l’olio e lo yogurt, preferibilmente a temperatura ambiente. Continuare a montare e incorporare la farina e il lievito. Unire i fichi tagliati a cubetti all’impasto. Imburrare una teglia e versare il composto.

Guarnire con l’altra metà dei fichi ed infornare a 180 gradi per circa 50 minuti.

Far raffreddare e poi servire.

Suggerimenti: Se alla base del vassoio si mettono un paio di foglie di fico su cui adagiare la torta l’effetto visivo sarà ancora più scenografico.

Per i più golosi, si può aggiungere a piacere dello zucchero di canna o del miele sulla superficie.

La torta di fichi cilentana è perfetta per la colazione ma viene in realtà apprezzata a tutte le ore, anche come dessert, in abbinamento con del limoncello freddo.

di Simona Mazzeo